Il nostro sito web fa uso di cookies per un corretto ed efficiente funzionamento dello stesso sito, analizzare le visite e per consentirci di migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Per sapere di più su cosa sono i cookies, come li utilizziamo e come gestirli, leggi la nostra Informativa Cookies.

Milano Estetica

 

 

 

 

Chiamaci al numero: 0276398634

 

Intolleranze alimentari

Intolleranze alimentariClassificazione delle reazioni avverse al cibo
Oggi comunemente si definisce intolleranza alimentare la tendenza di un cibo a sviluppare delle reazioni anomale ed eccessive producendo una serie di sintomi di disagio come gonfiore, sovrappeso, pesantezza, ecc. Questa definizione è però impropria per questo bisogna inquadrare queste reazioni nell'ambito più complessivo delle reazioni avverse al cibo.

L'American Academy of Allergy Asthma and Immunology ha suggerito una classificazione delle reazioni che avvengono dopo l'ingestione di un cibo oggi largamente accettata e condivisa.
Queste reazioni possono essere suddivise in:

• intolleranze alimentari che non sono mediate dal sistema immunitario
• allergie alimentari che coinvolgono io sistema immunitario e sono IgE o IgG-mediate

Le intolleranze alimentari
Propriamente dette (non sono mediate dal sistema immunitario)

Le intolleranze vere e proprie sono causate dalla riduzione o dalla mancanza di un enzima per la digestione di un alimento com e ad esempio quelle del latte dovute alla mancanza dell'enzima lattasi. I principali sintomi riguardano prevalente l'intestino: dolori addominali, diarrea, vomito, ecc. La diagnosi può essere effettuata con indagini di laboratorio o anche con test genetici specifici (es. test generico per l'intolleranza al lattosio o al glutine).

Le allergie Alimentari IgE mediate
Nelle allergie alimentari si ha invece il coinvolgimento del sistema immunitario e nei casi in cui la reazione sia mediata dalle immunoglobuline IgE questa avviene in modo molto intenso e volte anche violento con sintomi che possono coinvoIgere sia la cute, i polmoni, le mucose nasali e oculari, ecc.

Le allergie IgE mediate o pseudo-allergie
Impropriamente dette Intolleranze Alimentari.

Questa reazione allergica corrisponde a quella che viene impropriamente chiamata intolleranza alimentare. I sintomi si manifestano molto più lentamente rispetto a quella IgE mediata e possono evidenziarsi da 1 a 36 ore dopo l'assunzione del cibo.

Nelle intolleranze alimentari è molto difficile collegare i disturbi all'alimento perché questi si manifestano quasi sempre tardivamente e con una sintomatologia generale più o meno diffusa. I sintomi possono essere molto diversi: disbiosi, gonfiore addominale, sonnolenza, sovrappeso, colite, stitichezza, gastrite, stanchezza, cefalee, catarro, infiammazioni ricorrenti, cistiti, candida, dermatiti, prurito, cellulite, ecc.
Se è vero che le intolleranze alimentari possono dare questi sintomi è anche vero che le cause di questi sintomi non sono solo le intolleranze, per questo si consiglia se i sintomi permangono una valutazione più approfondita.

Diversamente da quanto avviene per l'altro tipo di allergia alimentare qui non basta soltanto il contatto, la reazione è dose-dipendente cioè esiste una dose soglia che se non viene oltrepassata non si ha la esacerbazione dei sintomi, come se l'organismo riuscisse a tollerare solo una certa quantità di un alimento.

Si stima che circa il 30-50% della popolazione soffra di questa problematica.

Il test food: Food Check IgG
Il test che oggi, secondo la più recente letteratura scientifica permette di dare una risposta più attendibile e precisa alla ricerca di allergie alimentari IgG mediate è il dosaggio delle IgG cioè delle immunoglobuline che l'organismo produce contro antigeni alimentari.
Il test viene effettuato su sangue venoso che può essere prelevato in modo tradizionale dal braccio oppure semplicemente dal polpastrello di un dito.
Questo test può essere richiesto nella versione da 45 alimenti e in quella più completa da 90 alimenti.

TEST 45 ALIMENTI

Cereali avena, grano, granoturco, orzo integrale,
riso, segale
Zucchero
zucchero di canna
Latticini latte vaccino
Uova uova albume/tuorlo
Carne
maiale, manzo, pollo, tacchino
Lievito lievito per torte, lievito di birra
Pesce aragosta, gamberetti, granchio, merluzzo,
salmone, sogliola, tonno
Frutta anacardo, arancia, banana, fragola, mela, pompelmo
Legumi fagioli di soia
Bevande nervine
caffè
Verdura aglio, broccoli, carote, cavolfiore, cavolo, cipolla,
fagioli
Semi arachidi, mandorle, semi di girasole




TEST 90 ALIMENTI

Cereali avena, grano, granoturco, orzo integrale,
riso, segale
Zucchero zucchero di canna, miele, malto
Latticini burro, fiocchi di latte, formaggi stagionati,
formaggi fusi, latte vaccino, yogurt
Uova uova albume/tuorlo
Carne agnello, coniglio, maiale, manzo, pollo, tacchino
Lievito lievito per torte, lievito di birra
Pesce aragosta, calamari, gamberetti, granchio, merluzzo,
nasello, salmone, sardine, sogliola, tonno, trota,
vongole
Frutta ananas, anacardo, arancia, avocado, banana,
fragola, limoni, mela, melone, pompelmo, pera,
pesca, prugna, uva (bianca), olive
Legumi ceci, fagioli pinto, fagioli lima, fagioli di soia,
lenticchie, piselli verdi
Bevande nervine caffè, te nero, cacao
Verdura aglio, asparagi, barbabietole, bietole, broccoli,
carciofi, carote, cavolfiore, cavolo, cetrioli, cipolla,
fagiolini, funghi, lattuga, iceberg, melanzana,
patate, patate dolci, peperoncino rosso,
pomodori, sedano, spinaci, zucca (vari tipi)
Aromi e spezie cannella, maggiorana, noce nera, pepe nero,
pepe verde, prezzemolo
Semi arachidi, mandorle, noce di cola, semi di senape,
semi di girasole

 

Dieta di introduzione

L'obiettivo, nella terapia delle intolleranze non è quello di eliminare per sempre un alimento ma quello di reintrodurlo progressivamente senza che ne conseguano effetti negativi.

Per questo, una volta individuati gli alimenti, è necessario impostare un percorso nutrizionale che prevede l'eliminazione di questi cibi per un breve periodo, mediamente 15 giorni, per poi iniziare, se le intolleranze non sono eccessivamente forti, un percorso di graduale reintroduzione degli alimenti seguendo I DUE CICLI della dieta di reintroduzione.

Secondo questo schema nutrizionale quando compare la parola FREE è possibile in un pasto al giorno mangiare anche un alimento a cui si è intollerante avendo cura però di annotare in un foglio che poi deve essere portato alla visita di controllo, l'alimento o gli alimenti assunti nel pasto e eventuali reazioni negative.

PRIMA FASE

  LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
15 gg - - - - - - Free
15 gg - - - - - - Free
15 gg - - Free - - - Free


SECONDA FASE

  LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
15 gg - - Free - Free - Free
15 gg - Free Free - Free - Free
15 gg - Free Free Free Free - Free


Alla fine di questo perido si effettua l'ultima visita di controllo e si valuta se e come reinserire gli alimenti risultati intolleranti al test.

Qualora insorgessero dei problemi o si ripresentassero dei sintomi si ritorna allo schema DELLA DIETA di REINTRODUZIONE del periodo PRECEDENTE fino alla visita di controllo.
Accanto all'eliminazione degli alimenti è consigliato seguire una terapia specifica atta a rimuovere le cause che hanno generato o favorito l'intolleranza oppure una terapia desensibilizzante, nei casi in cui le reazioni agi alimenti siano molto marcate, per ottenere dei risultati stabili e duraturi.

LATEST NEWS

PQAge - NEWS

Biorigenerazione cutanea con PQAge

La biorigenerazione cutanea con PQAge, attraverso un procedimento suddiviso in due stadi impiega in modo rivoluzionario gli effetti della biorivitalizzazione e dei peeling.

Leggi...

Un nuovo concetto di chirurgia: BAT

"CHIRURGIA ESTETICA BAT” è il termine coniato dal Dr. Sergio Noviello per una serie di innovative e specifiche tecniche chirurgiche ambulatoriali eseguite in anestesia locale con sedazione, tra le quali comprendiamo la mastoplastica additiva, il lifting, la blefaroplastica e la miniaddominoplastica. I pazienti sottoposti a interventi di chirurgia estetica con questa tecnica necessitano di un tempo di recupero postoperatorio di sole 24/48 ore.

Leggi...

Il Lipofilling per aumentare il volume del seno e ridefinire i profili corporei

Il lipofilling rappresenta una metodica per aumentare i volumi del corpo come seno e glutei, con risultati naturali, immediati, un basso grado di invasività e una stabilità dimostrata a lungo termine.

Leggi...

Mastoplastica additiva ONE DAY

Mastoplastica additiva one day: in 24 ore oggi si ritorna alle normali attività.

"Mastoplastica Additiva ONE DAY” è il termine coniato dal Dr. Sergio Noviello per una innovativa e specifica tecnica chirurgica ambulatoriale di aumento del volume del seno in anestesia locale con sedazione. Le pazienti sottoposte a mastoplastica additiva con questa tecnica necessitano di un tempo di recupero postoperatorio di sole 24 ore.

Leggi...

HAIR PRP Fattori di Rigenerazione delle Piastrine (2)

La metodica che rivoluziona il modo di trattare la caduta dei capelli maschile e femminile. 

Attualmente, in tutto il mercato internazionale, il trattamento HAIR PRP rappresenta l’unica metodica realmente in grado di ridurre la perdita dei capelli sia maschile che femminile in maniera oggettiva poiché agisce in modo diretto sulle cellule del cuoio capelluto e dei capelli.

Leggi...

Fleboterapia Rigenerativa Ambulatoriale Tridimensionale

La Fleboterapia Rigenerativa Ambulatoriale Tridimensionale contro i capillari, le teleangectasie e le varici delle gambe 

La classica scleroterapia non è in grado di risolvere l’inestetismo in quanto agisce esclusivamente sulle conseguenze della malattia ma non sulle cause.

Leggi...

Dermamelan - NEWS (2)

Metodo cosmeceutico efficace contro le macchie della pelle causate da iperpigmentazioni melaniche.

Leggi...

Dieta - Liposcultura alimentare



Innovativo trattamento dietetico delle Adiposità Localizzate

Uno strategico pool di aminoacidi combinati con una specifica alimentazione permettono in pochi giorni di perdere fino al 10% del proprio peso corporeo.

Leggi...