Il nostro sito web fa uso di cookies per un corretto ed efficiente funzionamento dello stesso sito, analizzare le visite e per consentirci di migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Per sapere di più su cosa sono i cookies, come li utilizziamo e come gestirli, leggi la nostra Informativa Cookies.

Articoli

Un nuovo concetto di chirurgia: BAT

"CHIRURGIA ESTETICA BAT” è il termine coniato dal Dr. Sergio Noviello per una serie di innovative e specifiche tecniche chirurgiche ambulatoriali eseguite in anestesia locale con sedazione, tra le quali comprendiamo la mastoplastica additiva, il lifting, la blefaroplastica e la miniaddominoplastica. I pazienti sottoposti a interventi di chirurgia estetica con questa tecnica necessitano di un tempo di recupero postoperatorio di sole 24/48 ore.

Il disagio dopo l’intervento e la necessità di riposo sono ridotti in modo rilevante rispetto alle tecniche tradizionali, soprattutto grazie all’impiego di strategie chirurgiche che limitano la perdita di sangue intraoperatoria, principale responsabile dei fenomeni postoperatori, e riducono al minimo i traumi dei tessuti. Il Dr. Sergio Noviello ha scrupolosamente seguito gli insegnamenti e le indicazioni del Dr. John Tebbetts, a cui si è ispirato nella definizione della Tecnica Chirurgica BAT. Usando una tecnica chirurgica tradizionale, i pazienti si lamentano spesso di un notevole gonfiore, di ecchimosi, di dolore e di inabilità temporanea. Impiegando le tecniche di CHIRURGIA ESTETICA BAT, l’edema risulta minimo, i lividi sono molto rari, il dolore trascurabile e il disagio postoperatorio è diminuito ai minimi termini. A tutti i pazienti vengono illustrate e consegnate specifiche istruzioni postoperatorie per affrontare adeguatamente i primi giorni successivi all'intervento. Se queste istruzioni vengono seguite scrupolosamente è prevedibile conseguire un ritorno alle normali attività della vita quotidiana in 24/48 ore, fatta eccezione per l’esercizio fisico pesante. Anche la guida di un autoveicolo e la ripresa delle attività lavorative sono nettamente anticipate rispetto alle tecniche tradizionali.

Da sottolineare inoltre la futura possibilità di trasferire tali soluzioni chirurgiche anche ad altri campi della chirurgia, con prevedibili riduzioni dei tempi di guarigione, dei tempi di degenza e in maniera direttamente proporzionale dei costi.

Tra gli specifici fattori chirurgici che hanno contribuito a raggiungere questi risultati in termini di riduzione di gonfiore, ecchimosi e dolore, sottolineiamo le tecniche di coagulazione scrupolose (NO BLOOD TECHNIQUE), la manualità chirurgica più delicata e rispettosa dei tessuti (NO TOUCH TECHNIQUE), anche in fasi poco considerate come l’infiltrazione di anestetico locale, e lo strumentario chirurgico sofisticato e appositamente studiato. E inoltre, di preziosa importanza, la riduzione dei tempi operatori, possibile grazie ad un’analisi scrupolosa dei pazienti durante le visite preoperatorie, dal punto di vista anatomico, in dipendenza dell’intervento chirurgico specifico. Tale strategia consente anche di migliorare il risultato estetico, a breve e lungo termine, minimizzando le complicanze.

Nelle tre settimane successive a un intervento di CHIRURGIA ESTETICA BAT si deve evitare di sollevare carichi pesanti e di eseguire esercizio aerobico intenso.

In genere è possibile tornare al lavoro entro pochi giorni, anche il giorno dopo se ci si sente all'altezza, a meno che il lavoro richieda sforzo fisico. Dopo tre settimane dall’intervento, non esiste alcuna restrizione alle attività da svolgere.

 

Caratteristiche CHIRURGIA ESTETICA BAT

  • Innovative tecniche chirurgiche ambulatoriali di mastoplastica additiva, lifting, blefaroplastica e miniaddominoplastica
  • Tempo di recupero di sole 24/48 ore
  • Disagio postoperatorio e necessità di riposo ridotti
  • Nessuna limitazione alle normali attività (attività aerobiche intense escluse)
  • Non sono prescritti antidolorifici maggiori nel periodo postoperatorio
  • Possibilità di trasferire tali soluzioni chirurgiche anche ad altri campi della chirurgia